In questa pagina troverai le iniziative di formazione promosse sia dalla rete nazionale sia dalla rete regionale. Sono anche disponibili videoclip di varia durata con contenuti di formazione su vari argomenti:

  • Gli spazi
  • Le collezioni
  • Educare alla ricerca
  • Educare alla lettura
  • La biblioteca come centro di documentazione e promozione culturale

Puoi cercare i materiali anche con il box di ricerca

Trovati 464 documenti.

Mostra parametri
Tana libera tutti
0 0
Libri Moderni

Veltroni, Walter

Tana libera tutti : Sami Modiano, il bambino che tornò da Auschwitz / Walter Veltroni

Milano : Feltrinelli, 2021

Abstract: Sami Modiano ha solo otto anni quando viene espulso dalla scuola. Abita a Rodi, all'epoca territorio italiano, dove frequenta la scuola elementare, che adora. Il maestro non gli dà motivazioni, gli dice solo di tornare a casa dal padre che gli spiegherà tutto. Da quel giorno Sami smette di essere un bambino e diventa un ebreo. Con il padre e le sorelle vive con difficoltà le restrizioni delle leggi razziali, arrivate sull'isola senza avvisaglie, fino al rastrellamento dell'intera comunità ebraica avvenuto con l'inganno il 23 luglio del 1944. Sami e la sua famiglia vengono caricati su una nave mercantile e da Atene su un treno. Un mese di viaggio in condizioni disumane verso il campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau. In pochissimo tempo perde ciò che ha di più caro al mondo: il padre e la sorella Lucia, con cui era riuscito a restare in contatto scambiando bocconi di pane della propria razione quotidiana. Per due volte viene selezionato dai medici del campo e si salva miracolosamente, come pure sopravvive alla marcia finale e alla fuga dei nazisti dal campo con i prigionieri perché creduto morto. Nella casa in cui trova rifugio e viene raccolto dai sovietici il 27 gennaio 1945 conosce Primo Levi e Piero Terracina. Di tutta la comunità ebraica di Rodi, è stato tra le sole venticinque persone riuscite a salvarsi. Nel 2005 ha trovato la forza di tornare ad Auschwitz, accompagnato da una classe di ragazzi e dall'allora sindaco di Roma Walter Veltroni ed è diventato testimone della Shoah. La sua storia arriva al grande pubblico nel 2018 grazie al docufilm Tutto davanti a questi occhi girato proprio da Veltroni.

Fino a quando la mia stella brillerà
0 0
Libri Moderni

Segre, Liliana - Palumbo, Daniela <1965- > - Segre, Liliana

Fino a quando la mia stella brillerà / Liliana Segre ; con Daniela Palumbo

Milano : Piemme, 2021

Imperdibili

Abstract: La sera in cui a Liliana viene detto che non potrà più andare a scuola, lei non sa nemmeno di essere ebrea. In poco tempo i giochi, le corse coi cavalli e i regali di suo papà diventano un ricordo e Liliana si ritrova prima emarginata, poi senza una casa, infine in fuga e arrestata. A tredici anni viene deportata ad Auschwitz. Parte il 30 gennaio 1944 dal binario 21 della stazione Centrale di Milano e sarà l'unica bambina di quel treno a tornare indietro. Ogni sera nel campo cercava in cielo la sua stella. Poi, ripeteva dentro di sé: finché io sarò viva, tu continuerai a brillare. Questa è la sua storia, per la prima volta raccontata in un libro dedicato ai ragazzi. Introduzione di Ferruccio de Bortoli. Età di lettura: da 11 anni.

Ricordi di Mauthausen
0 0
Libri Moderni

Massignan, Luigi

Ricordi di Mauthausen / Luigi Massignan ; prefazione di Antonia Arslan

Sommacampagna : Cierre ; [Vicenza] : ISTREVI, 2021

KZ lager
0 0
Libri Moderni

Romanin Jacur, Davide

KZ lager / Davide Romanin Jacur ; presentazione di Antonia Arslan

[Dueville] : Ronzani, 2020

Fra legge e coscienza
0 0

Scantamburlo, Dino

Fra legge e coscienza : storie di ebrei e di sfollati accolti a Camposampiero e nel Camposampierese : 1940-1945 / Dino Scantamburlo ; presentazione di Liliana Segre

Villa del Conte (PD) : Edizioni Bertato, 2019

Noi, bambine ad Auschwitz
0 0
Libri Moderni

Bucci, Andra - Bucci, Tatiana

Noi, bambine ad Auschwitz : la nostra storia di sopravvissute alla shoah / Andra e Tatiana Bucci ; a cura di Umberto Gentiloni Silveri e Marcello Pezzetti ; in collaborazione con Stefano Palermo

Milano : Mondadori, 2018

9788867024346.jpg-imported from BMW2
0 0
Libri Moderni

Fantlova, Zdenka

Sei campi / Zdenka Fantlova ; traduzione di Ilaria Katerinov

Milano : TRE60, 2018

TRE60

Abstract: Quando i tedeschi occupano la Boemia e la Moravia, nel marzo 1939, Zdenka Fantlová ha 17 anni. Nonostante le discriminazioni che i nazisti impongono da subito agli ebrei, cerca di vivere normalmente la sua vita. Fino a quando il padre viene deportato a Buchenwald: Zdenka non lo rivedrà più. Nel 1942 viene deportata, insieme alla famiglia e al fidanzato Arno, a Terezín, un campo di concentramento a nord-ovest di Praga. Mentre Arno viene spedito in un campo a est, Zdenka vi rimane fino al 1944, quando viene «trasferita» ad Auschwitz: lei e la sorella Lydia sopravvivono alle selezioni, la madre no. Ma a questo punto le sorti della guerra si sono ribaltate, i russi incalzano e cominciano le terribili «marce della morte» verso ovest. Zdenka e Lydia transitano così da Kurzbach e poi dal famigerato campo di Gross-Rosen. E poi sono di nuovo «spostate» a Mauthausen e infine a Bergen-Belsen. Qui, dopo la morte della sorella, Zdenka viene infine liberata dagli inglesi, unica sopravvissuta della sua famiglia. Oggi, a 95 anni, Zdenka è impegnata a portare la sua testimonianza in giro per il mondo, perché tutto ciò che lei ha vissuto non sia dimenticato. EDITORIALE

Non restare indietro
0 0
Libri Moderni

Greppi, Carlo <1982- >

Non restare indietro / Carlo Greppi

Milano : Feltrinelli, 2017

Feltrinelli UP

Abstract: Quel lunedì di gennaio in cui Francesco, protetto solo dal cappuccio della sua felpa, sale le scale a falcate di tre gradini e si infila appena in tempo nella III C della Scuola Nuova, non è un giorno come un altro. I suoi, senza neanche dirglielo, l'hanno iscritto a un viaggio. E non a uno qualunque, ma a un viaggio "per non dimenticare" in Polonia, ad Auschwitz. Ce la farà, ad affrontarlo? Cosa penseranno di lui i compagni di calcio e quelli della Vecchia Scuola? Cosa dirà Kappa, il suo migliore amico che si fa chiamare così - K. - perché è il tag con cui sta tappezzando i muri del quartiere? Tra grida di rabbia e momenti di spaesamento, tra partite di calcio e sere passate sulle panchine, tra domande sul senso della storia e altre sul senso della vita, Francesco dovrà entrare in contatto con le proprie emozioni e con quelle degli altri, e fare i conti con il suo dolore. Guardando nel buio più profondo del passato, questi ragazzi cercheranno un modo per immaginarsi grandi, insieme proveranno a capire e affrontare la Storia. Quella con la maiuscola, e quella che viviamo tutti i giorni: perché bisogna stare attenti se si vuole pensare al futuro - a non restare indietro. Età di lettura: da 13 anni.

Una speranza ostinata
0 0
Libri Moderni

Mannheimer, Max

Una speranza ostinata : Terezín, Auschwitz, Varsavia, Dachau / Max Mannheimer ; traduzione e cura di Claudio Cumani ; prefazione di Paolo Rumiz

Torino : ADD, 2016

Per non dimenticare
0 0
Libri Moderni

Per non dimenticare : Padova, Itinerario della memoria da Chiesanuova a Brusegana / a cura di Anna Daminato ... [et al.]

Rubano : Grafiche Turato, 2016

9788807922671.jpg-imported from BMW2
0 0
Libri Moderni

Greppi, Carlo

Non restare indietro / Carlo Greppi

Milano : Feltrinelli, 2016

Abstract: I suoi, senza neanche dirglielo, l'hanno iscritto a un viaggio. E non a uno qualunque, ma a un viaggio "per non dimenticare" in Polonia, ad Auschwitz. Ce la farà, ad affrontarlo? Cosa penseranno di lui i compagni di calcio e quelli della Vecchia Scuola? Cosa dirà Kappa, il suo migliore amico che si fa chiamare così - K. - perché è il tag con cui sta tappezzando i muri del quartiere? Tra grida di rabbia e momenti di spaesamento, tra partite di calcio e sere passate sulle panchine, tra domande sul senso della storia e altre sul senso della vita, Francesco dovrà entrare in contatto con le proprie emozioni e con quelle degli altri, e fare i conti con il suo dolore e affrontare la Storia. Quella con la maiuscola, e quella che viviamo tutti i giorni: perché bisogna stare attenti se si vuole pensare al futuro - a non restare indietro.

L'ultimo bambino di Auschwitz
0 0
Libri Moderni

MandiÄç, Oleg <1933- >

L'ultimo bambino di Auschwitz / Oleg MandiÄç ; a cura di Roberto Covaz

Pordenone : Biblioteca dell'immagine, 2016

Chaos ; 174

Abstract: A bordo della vettura degli ufficiali dell'Armata Rossa c'è un bumbo di dodici anni dal volto smunto, infagottato in un cappotto più grande di alcune taglie. Nell'auto sono già salite sua madre e sua nonna. Sono tra i soprqavvissuti del campo di concentramento di Auschwitz. Non sono prigionieri qualunque; il nonno del bambino è Anton Mandic, dirigente partigiano, collaboratore stretto di Tito. Ecco perchè il bambino, la mamma e la nonna sono saliti su quella vettura dell'Armata Rossa. I russi sono venuti a prenderli su ordine di Stalin. Sono rimasti ad Auschwitz oltre un mese dopo la chiusura ufficiale del campo, avvenuta il 27 gennaio 1945. Finalmente anche per loro è giunto il momento di andarsene. Mancano pochi minuti a mezzogiorno. E' venerdì due marzo. prima di salire sull'auto il bimbo si chiude alle spalle il cancello del famigerato campo di concentramento, simbolo della malvagità nazista. Quel bimbo si chiama Oleg. E' l'ultimo bambino di Auschwitz.

9788885943117.jpg-imported from BMW2
0 0
Libri Moderni

Wiesel, Élie

La notte / Elie Wiesel ; prefazione di François Mauriac ; traduzione di Daniel Vogelmann

Firenze : Giuntina, 2016

Schulim Vogelmann ; 1

Abstract: "Ciò che affermo è che questa testimonianza, che viene dopo tante altre e che descrive un abominio del quale potremmo credere che nulla ci è ormai sconosciuto, è tuttavia differente, singolare, unica. (...) Il ragazzo che ci racconta qui la sua storia era un eletto di Dio. Non viveva dal risveglio della sua coscienza che per Dio, nutrito di Talmud, desideroso di essere iniziato alla Cabala, consacrato all'Eterno. Abbiamo mai pensato a questa conseguenza di un orrore meno visibile, meno impressionante di altri abomini, ma tuttavia la peggiore di tutte per noi che possediamo la fede: la morte di Dio in quell'anima di bambino che scopre tutto a un tratto il male assoluto?" (dalla Prefazione di F. Mauriac) EDITORIALE

9788804659945.jpg-imported from BMW2
0 0
Libri Moderni

Wachsmann, Nikolaus

KL : storia dei campi di concentramento nazisti / Nikolaus Wachsmann

Milano : Mondadori, 2016

Le scie

Abstract: Nel marzo del 1933, appena due mesi dopo la presa del potere da parte di Hitler, Heinrich Himmler, il nuovo capo della polizia di Monaco, diede l'annuncio di aver scelto una fabbrica in disuso nei pressi di Dachau per farne un campo di concentramento per i prigionieri politici. Poche settimane dopo, le SS presero il controllo del posto, un capannone circondato da filo spinato, in grado di contenere non più di 223 prigionieri. Dopo questo modesto inizio, il sistema dei campi di concentramento crebbe fino a diventare un vastissimo panorama di terrore, che comprendeva 22 campi principali e l.200 satelliti sparsi tra la Germania e l'Europa controllata dai nazisti. All'inizio del 1945 i campi tedeschi contenevano circa 700.000 persone provenienti da tutta Europa. Lì morirono due milioni di uomini. In questo libro, lo storico tedesco Nikolaus Wachsmann ricostruisce la storia del sistema dei campi di concentramento tedeschi, le violenze, gli abusi, i massacri, facendo rivivere un'epoca atroce attraverso le vicende di quanti vi furono rinchiusi e lì tragicamente morirono. EDITORIALE

La memoria della Shoah
0 0
Film

La memoria della Shoah : incontro al Liceo Cornaro con Luca Piantoni / Luca Piantoni

Destinazione Auschwitz
0 0
Monografie

Destinazione Auschwitz : viaggio nella memoria / [consulenza scientifica: Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, CDEC di Milano]

Milano : Proedi, rist. 2016

Viaggio nella memoria: la Shoah nelle testimonianze di Goti Bauer e Liliana Segre
0 0
Monografie

Viaggio nella memoria: la Shoah nelle testimonianze di Goti Bauer e Liliana Segre / [a cura della] Associazione Figli della Shoah

Milano : Proedi, 2006, rist. 2016

9788817084000.jpg-imported from BMW2
0 0
Libri Moderni

Mentana, Enrico - Segre, Liliana

La memoria rende liberi : la vita interrotta di una bambina nella Shoah / Enrico Mentana, Liliana Segre

Milano : BUR, 2015

Best BUR

Abstract: "Un conto è guardare e un conto è vedere, e io per troppi anni ho guardato senza voler vedere." Liliana ha otto anni quando, nel 1938, le leggi razziali fasciste si abbattono con violenza su di lei e sulla sua famiglia. Discriminata come "alunna di razza ebraica", viene espulsa da scuola e a poco a poco il suo mondo si sgretola: diventa "invisibile" agli occhi delle sue amiche, è costretta a nascondersi e a fuggire fino al drammatico arresto sul confine svizzero che aprirà a lei e al suo papà i cancelli di Auschwitz. Dal lager ritornerà sola, ragazzina orfana tra le macerie di una Milano appena uscita dalla guerra, in un Paese che non ha nessuna voglia di ricordare il recente passato né di ascoltarla. Dopo trent'anni di silenzio, una drammatica depressione la costringe a fare i conti con la sua storia e la sua identità ebraica a lungo rimossa. "Scegliere di raccontare è stato come accogliere nella mia vita la delusione che avevo cercato di dimenticare di quella bambina di otto anni espulsa dal suo mondo. E con lei il mio essere ebrea". Enrico Mentana raccoglie le memorie di una testimone d'eccezione in un libro crudo e commovente, ripercorrendo la sua infanzia, il rapporto con l'adorato papà Alberto, le persecuzioni razziali, il lager, la vita libera e la gioia ritrovata grazie all'amore del marito Alfredo e ai tre figli.

9788817080361.jpg-imported from BMW2
0 0
Libri Moderni

Buffa, Federico - Frusca, Paolo

L'ultima estate di Berlino / Federico Buffa, Paolo Frusca

Milano : Rizzoli, 2015

Abstract: Berlino, estate 1936. Le Olimpiadi sono alle porte. Goebbels ha avuto ragione delle resistenze iniziali di Hitler e della sua Hitlerjugend e tutto è pronto per lasciare il resto del mondo a bocca aperta davanti alla potenza e alla maestosità del Reich. Ai vertici della complessa e ambiziosa organizzazione dell'evento c'è un uomo, anzi un soldato: Wolfgang Fürstner. A poche settimane dalla cerimonia inaugurale, però, un giornale denuncia le sue origini ebraiche e l'immediata conseguenza è la destituzione dall'incarico. Da deus ex machina con pieni poteri, Fürstner si ritrova in un angolo: è rispettato dai veterani che hanno combattuto con lui nella Prima guerra mondiale ma deve ora subire l'umiliazione delle giovani leve naziste e solo l'intervento di un ex commilitone gli permette di restare al Villaggio Olimpico, sia pure con un ruolo di secondo piano. A Berlino accorrono giornalisti da ogni parte del mondo e le telecamere fortemente volute dal Führer e da Leni Riefenstahl portano le Olimpiadi per la prima volta sul piccolo schermo. E mentre Jesse Owens entra nella storia con le sue quattro medaglie d'oro, il maratoneta coreano Son Kitei è costretto a vincere per il Giappone e si disputa Austria-Perù, che Eduardo Galeano definirà "la partita di calcio più emozionante di tutti i tempi", Fürstner si aggira come uno spettro in una città vestita a festa. Non riconosce più il Paese che ama, né la donna che ha sposato, e forse nemmeno se stesso.... EDITORIALE

Fino a quando la mia stella brillerà
0 0
Libri Moderni

Segre, Liliana - Palumbo, Daniela <1965- > - Segre, Liliana - Palumbo, Daniela <1965- >

Fino a quando la mia stella brillerà / Liliana Segre ; con Daniela Palumbo ; [prefazione di Ferruccio de Bortoli]

Milano : Piemme, 2015

Pickwick

Abstract: La sera in cui a Liliana viene detto che non potrà più andare a scuola, lei non sa nemmeno di essere ebrea. In poco tempo i giochi, le corse coi cavalli e i regali di suo papà diventano un ricordo e Liliana si ritrova prima emarginata, poi senza una casa, infine in fuga e arrestata. A tredici anni viene deportata ad Auschwitz. Parte il 30 gennaio 1944 dal binario 21 della stazione Centrale di Milano e sarà l'unica bambina di quel treno a tornare indietro. Ogni sera nel campo di concentramento cercava in cielo la sua stella. Poi ripeteva dentro di sé: finché io sarò viva, tu continuerai a brillare.